Luglio 22, 2024
Paddock News 24
F1PN24

F1 | Sauber, dal 2024 si punta in alto, non c’è spazio per errori

Nel 2024 in Sauber si inizierà subito a puntare in alto, e non saranno ammessi errori di nessun tipo.

La scuderia svizzera, denominata con lo sponsor Alfa Romeo fino al campionato appena concluso, ha fatto intendere che dal 2024 si punta subito in alto. Attendendo Audi in F1 nel 2026, il team proverà a risalire subito nella classifica costruttori, dopo un nono posto che non rispecchia sicuramente le ambizioni di team e sponsor.

In particolare, l’ingegnere Sauber Xexi Pujolar, si è soffermato sulla stagione 2023 del cinese Zhou Guanyu, che ha concluso la stagione con sei punti portati a referto, in confronto ai dieci del compagno di squadra.

f1 sauber 2024
Foto di rito per la fine della stagione 2023 di F1 per l’ex Alfa Romeo, che dal 2024 sarà denominata Sauber. credit: @alfaromeostake

Leggi anche: F1 | GP Las Vegas – Entrambe le Alfa Romeo fuori dai punti, Bottas: “I giochi sono ancora aperti”


 

Dopo una prima stagione incoraggiante, il cinese Zhou Guanyu non è riuscito a migliorare a livello di prestazioni ciò di buono che aveva fatto intravedere nel suo anno da rookie. Ciò è dovuto anche a qualche errore di troppo che il cinese ha compiuto durante l’anno. In particolare, l’ingegnere Sauber Xexi Pujolar, si è soffermato sulla stagione 2023 del cinese Zhou Guanyu, che ha concluso la stagione con sei punti portati a referto, in confronto ai dieci del compagno di squadra.

“In alcune condizioni, ha faticato di più del compagno di squadra, e stiamo lavorando per capire come dargli la macchina più adatta a lui. Spesso ha più feeling di quello che pensa”.

“La differenza in termini di punti non è grande, ma lo è in termini di posizioni. Dobbiamo lavorare molto su questo aspetto. Dall’anno prossimo non ci sarà spazio per errori“, ha dichiarato l’ingegnere, che in passato ha lavorato con campioni del calibro di Juan Pablo Montoya e Max Verstappen.

Dal 2024 in poi non ci sarà nessuno spazio per errori dei piloti, sia per Zhou Guanyu che per Valtteri Bottas, con quest’ultimo che dovrà tornare a mostrare di essere un pilota all’altezza, con una macchina che possa supportarlo.

 


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Immagine di copertina: motorsport.com

Articoli Correlati

MotoGP | Marquez si confronta con Bagnaia: “La Ducati è diversa”

Sara Bonaduce

24 Ore di Le Mans | Bis Ferrari, storia del WEC: gli artefici del progetto Hypercar esaltano l’impresa di Maranello

Lorenzo P

24H Series | 12 Ore di Monza Parte 2: È bis per l’Audi #1!

Antonio Etienne Villa

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.