Luglio 14, 2024
Paddock News 24
F1PN24

F1 | Un 2023 sfortunato per George Russell

Il 2023 è stato il secondo anno di George Russell in Mercedes: il giovane pilota non è rimasto soddisfatto dei risultati.

Russell 2023
credits George Russell Facebook

“Il mio 2023 è stato un disastro”, aveva commentato lo scorso ottobre George Russell.

Rispetto al 2022, il 2023 è stato molto deludente per George Russell. Il giovane pilota nel suo primo anno in Mercedes aveva raccolto 275  punti, ma soprattutto aveva conquistato il suo primo successo in carriera. La vittoria nel Gran Premio del Brasile fu l’unica per Mercedes nel 2022, e resterà l’ultima fino al 2024.

Inevitabilmente, a marzo 2023, le aspettative sia di Mercedes sia di George Russell erano molto alte. I sogni di gloria si sono inevitabilmente frantumati già alla prima gara, perché il gap tra Red Bull e Mercedes è stato incolmabile.

Russell ha concluso al settimo posto il Gran Premio del Bahrein 2023. Tra le sue dichiarazioni post gara ricordiamo che disse che la squadra era “molto indietro” e che si aspettava che i rivali della Red Bull Racing “vincessero ogni singola gara in questa stagione“.

Nel Gran Premio dell’Arabia Saudita George Russell ha ottenuto qualcosa in più. In qualifica ha ottenuto il quarto tempo, concludendo la gara dopo Alonso (terzo). A causa della penalità assegnata a Fernando Alonso, ha guadagnato il terzo posto, ma è ritornato quarto quando è stata annullata la penalità all’asturiano. Lo steso Russell aveva giudicato “eccessiva” la penalità ad Alonso.

Russell è partito in prima fila, accanto a Max Verstappen, nel Gran Premio di Australia. A inizio gara è anche riuscito a strappare la posizione a Max Verstappen. Durante la safety car è riuscito a  effettuare il pit-stop. L’interruzione della gara, con bandiera rossa, lo ha penalizzato pesantemente, infatti si è ritrovato settimo alla ripartenza. Russell è riuscito a rimontare fino al quarto posto, ma un guasto al motore lo ha costretto al ritiro.

Nel corso del 2023 Russell e Hamilton hanno lottato tra loro e non sempre ne sono usciti indenni. Uno di questi episodi si è verificato nelle qualifiche del Gran Premio di Spagna: Russell si è scontrato con il compagno di squadra Hamilton in Q2 e si è qualificato 12°. Entrambi i piloti hanno dichiarato che si è trattato di un problema di comunicazione. In gara, Russell ha recuperato fino alla terza posizione dietro Hamilton. Mercedes ha così potuto ottenere il primo doppio podio stagionale.

Una delle gare più impegnative per il #63 è stata quella in Canada: partito dalla quarta posizione, ha colpito il muro al 12° giro e ha subito una foratura e un’ala anteriore rotta, rientrando in gara al 19° posto. Aveva recuperato fino all’ottavo posto quando si è ritirato a causa dell’usura dei freni.

Si è qualificato fuori dai primi dieci sia per la Sprint Race che per la gara principale in Austria, dopo aver segnalato un guasto idraulico nelle qualifiche della sprint. Ha raccolto punti preziosi in entrambe le gare.

Il traffico nelle qualifiche del Gran Premio d’Ungheria ha fatto sì che Russell partisse solo 18°. Grande rimonta in gara fino alla sesta posizione.

Seconda parte della stagione

Si è qualificato terzo al Gran Premio d’Olanda, ma la sosta tardiva per il passaggio alle gomme intermedie quando ha cominciato a piovere gli ha fatto perdere diverse posizioni. Successivamente è risalito tra i primi dieci e alla ripartenza era all’ottavo posto dopo una bandiera rossa, ma i danni causati dal contatto con Lando Norris lo hanno escluso dalla zona punti.

Ha mancato la pole position per 0,072 secondi al Gran Premio di Singapore e stava guadagnando terreno su Carlos Sainz (leader della gara) e Lando Norris. L’inglese è andato lungo a una curva nell’ultimo giro, a causa di questo errore, ha perso il podio, perché Lewis Hamilton che lo inseguiva lo ha superato.

Russell è stato l’unico pilota a fare un unico pit-stop al Gran Premio del Giappone; è sceso dal terzo al settimo posto nel suo ultimo stint. Dopo la gara, ha dichiarato che il suo obiettivo per il resto della stagione era quello di aiutare la Mercedes a finire seconda nel Campionato Costruttori e che la sua posizione nel Campionato Piloti era “un completo disastro“.

Nel Gran Premio del Qatar abbiamo assistito ad una collisione tra le due Mercedes alla partenza. Hamilton ha ammesso la sua responsabilità. Russell ha concluso la gara al quarto posto.

Ha ottenuto punti nello sprint del Gran Premio di San Paolo, finendo quarto,  in gara si è ritirato per problemi di surriscaldamento.

A causa di una collisione con Max Verstappen, è stato retrocesso dal quarto all’ottavo posto al termine del Gran Premio di Las Vegas. Questo risultato gli ha garantito l’ottavo posto nel Campionato Piloti, la posizione più basso per un pilota Mercedes dal 2012 .

Si è qualificato quarto, ma è arrivato terzo al Gran Premio di Abu Dhabi di fine stagione, il suo secondo podio stagionale ha permesso a Mercedes di ottenere il secondo posto nel Campionato Costruttori.

Russell ha concluso la stagione con 175 punti contro i 234 di Hamilton.

Immagine di copertina: credits George Russell Facebook


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

F1 | Marko prova a fare dietrofront: “Perez ha una mentalità diversa”

Victoria L.

F1 | GP di Madrid: ecco dove si svolgerà e il probabile layout del circuito

Alessia Malacalza

IndyCar | Come procede lo sviluppo dell’ibrido? Filtrerebbe un certo ottimismo

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.