Luglio 23, 2024
Paddock News 24
F1PN24

F1 | Un ex meccanico di Alonso chiarisce la faida con Hamilton del 2007

Dopo anni e anni di discussioni, un ex meccanico di Alonso ha voluto chiudere ogni discussione svelando i dettagli della nota faida tra lo spagnolo e Hamilton del 2007.

Quasi diciassette anni dopo l’accaduto, un ex meccanico del pilota asturiano ha voluto chiarire la faida che si era instaurata tra i due piloti McLaren, Fernando Alonso e Lewis Hamilton, durante l’annata 2007.

Nel 2022, Marc Priestley, meccanico McLaren dell’epoca, ha voluto raccontare la sua versione del rapporto complicato instauratosi tra i due piloti, parlando di corruzione verso i meccanici da parte dello spagnolo, in modo che lavorassero meglio sulla sua vettura portandoseli di conseguenza dalla sua parte. Chris Hessey, ex meccanico di Alonso, ha voluto smentire ciò e riportare un po’ di pace nel caos del 2007 che viene portato avanti ancora oggi.

alonso hamilton 2007 faida
Fernando Alonso e Lewis Hamilton, compagni nel 2007 in McLaren, e protagonisti di una faida senza precedenti da allora. credit: skysports.com

Leggi anche: DTM | Juncadella impressionato dall’esperienza di Alonso con la Aston Martin Vantage Class 1: “Per lui è tutto naturale”


Le parole dell’ex meccanico

L’ex meccanico di Alonso Chris Hessey ha voluto prendere le difese dello spagnolo, dopo quanto dichiarato da Priestley nel 2022. Quest’ultimo dichiarò di aver visto delle buste marroni piene di soldi, che venivano distribuite a tutti coloro che non lavoravano sulla macchina di Hamilton. Questa azione, secondo Priestley, sarebbe stata fatta per portare dalla sua parte la squadra, che lo avrebbe favorito volentieri nel confronto interno col compagno di squadra.

Hessey ha dichiarato che già all’epoca della Renault, dove l’asturiano ha militato prima di arrivare in McLaren, Alonso era solito dare soldi ai meccanici. Questo per farli sentire più coinvolti nelle sue vittorie e tenerli motivati. Secondo Alonso i meccanici sono sempre stati una parte fondamentale delle sue vittorie.

Ecco le parole dell’ex meccanico Hessey in una intervista a pitdebrief.com: “Ricordo che all’epoca della Renault, dopo qualcuna delle sue prime vittorie, Fernando mi chiamò da parte e mi chiese il nome di tutte le persone che lavoravano sulla sua macchina. Io glieli diedi senza farmi troppe domande. Durante una delle gare successive, mi chiamò ancora da parte dandomi delle buste, che a detta sua erano per tutti coloro che lavoravano sulla sua vettura. Le aprii pensando ci fossero dei ringraziamenti, invece in ognuna di esse c’erano più di 500 euro. Faceva parte del suo bonus per ogni podio che portava a casa, e voleva condividerlo con ogni persona che lo ha aiutato“.

L’arrivo in McLaren

“Una volta arrivato in McLaren, questo suo abituale gesto è stato interpretato male. Ron Dennis lo notò subito e mise in chiaro che non avrebbe potuto farlo. Alonso non voleva corrompere nessuno, voleva solo premiare tutti coloro che gli avevano permesso di fare grandi risultati. Nel 2005 mi ha regalato il trofeo per la sua vittoria del GP del Bahrain. Me lo diede, ma io pensai di doverlo spedire alla factory. Invece mi disse che era per me. Era il trofeo della sua terza vittoria in Formula 1, e me lo regalò”, ha dichiarato Hessey.

L’arrivo in McLaren fu controverso. Alonso si rese subito conto che c’erano dei favoritismi. Ron Dennis aveva costruito Hamilton sin dalle basi, pagandogli l’istruzione e le categorie inferiori. Questo perchè si era stancato di pagare stipendioni per portare i piloti alla McLaren. Quindi quando arrivò Hamilton, avrebbe dovuto vincere a tutti i costi per giustificare i soldi spesi“, ha dichiarato Hessey sul rapporto tra Alonso e la McLaren.

Il classico esempio che faccio sempre è quello di Ungheria 2007. Alonso sapeva di essere stato trattenuto, perchè Dennis voleva cambiare ciò che sarebbe successo a favore di Hamilton. Il fisioterapista disse che stava dando il conto alla rovescia ad Alonso, ma lui si rifiutò di obbedire perchè si rese conto di ciò che sarebbe successo. Questo fece infuriare Ron Dennis. Tutto questo perchè la McLaren aveva pagato tutto ad Hamilton, e quindi avrebbe dovuto vincere“, ha concluso il meccanico riferendosi all’episodio che costò ad Alonso una penalità in griglia.


 

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Immagine di copertina: credit planetf1.com

Articoli Correlati

F1 | René Arnoux racconta in ESCLUSIVA gli inizi della sua carriera e il duello con Villeneuve

Vanessa Cravotta

F1 | Red Bull a rischio: uno dei suoi giovani talenti potrebbe lasciarla

Emma Citterio

F1 | GP Gran Bretagna – Norris duro dopo l’Austria: “E’ stato un incidente patetico”

Elisa Migliorino

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.