Maggio 21, 2024
Paddock News 24
F2PN24RoadToF1

F2 | Sprint Race Baku – Bearman rimonta e va a vincere, ma che caos con la safety car!

Bearman rimonta fino al trionfo della Sprint Race di Baku di F2, con Vesti che completa la doppietta Prema. Caos alla ripartenza dopo l’ennesima safety car: in sei costretti al ritiro.

sprint race baku f2
Il podio della Sprint Race di Baku – Foto: FIA F2

La griglia di partenza dei primi dieci vede Verschoor in pole position affiancato da Maloney. Alle loro spalle: Martins, Crawford, Daruvala, Hauger, Vesti, Fittipaldi, Bearman con Boschung a chiudere. Pourchaire partirà undicesimo in seguito alla penalità di tre posizioni inflittagli dai commissari per l’impeding in qualifica ai danni di Maini.

Prima metà di gara

Semaforo verde, ha il via la Sprint Race dell’Azerbaijan di F2! Contatto in partenza tra Martins e Verschoor: il francese dell’Alpine parte meglio e tenta di infilarsi, il secondo chiude un po’ e i due si toccano lateralmente gomma contro gomma. Verschoor inoltre rompe l’ala anteriore ed è costretto al ritiro. Partito ancora meglio Maloney dalla seconda casella che, dopo aver preso la testa della corsa, è costretto a rientrare ai box per una foratura. Termina il primo giro, la classifica vede: Hauger, Martins, Daruvala, Crawford, Vesti, Boschung, Pourchaire, Fittipaldi, Bearman, Stanek. Male Iwasa diciottesimo.

Al terzo giro, è finalmente possibile utilizzare il DRS. Martins segna il giro veloce, minacciando la leadership di Hauger; nel mentre, Pourchaire sale in sesta posizione. Problemi per Boschung: il pilota svizzero è fermo a bordo pista subito dopo il tratto del castello. Entra la safety car, posizioni congelate: Hauger, Martins, Daruvala, Vesti, Crawford, Pourchaire, Bearman, Fittipaldi, Maini, Stanek.

Al sesto giro, la safety car rientra e la gara riparte. Martins si difende dall’attacco di Daruvala sul rettilineo principale e mantiene la seconda posizione; ne approfitta Vesti il quale si accoda al pilota indiano. La safety car ha accorciato tutti i distacchi, ridotti ora all’osso. Il contatto in partenza tra Martins e Verschoor viene considerato incidente di gara dai commissari. Si inscena un bel duello tra Vesti e Daruvala: il primo ci prova in ogni punto d’attacco ma il secondo si difende bene. Martins nel mentre si fa minaccioso nei confronti di Hauger: meno di 5 decimi tra i due.

Al nono giro, Bearman supera Crawford siglando il giro veloce in 1:57:284. Alla tornata successiva, Bearman si migliora di oltre mezzo secondo. Nel contempo, Vesti riesce finalmente nel sorpasso su Daruvala e questo porta vantaggio anche a Bearman. Il pilota della Prema infatti supera l’ex pilota del vivaio Red Bull. Iwasa non abbandona le retrovie, sprofondato addirittura in diciannovesima posizione, tant’è che rientra ai box ed è costretto al ritiro per dei problemi non specificati alla monoposto.

Tocca a Martins segnare il giro veloce in 1:56:129; continua la lotta a distanza tra il francese ed Hauger con il distacco che non è mai superiore al secondo.


Leggi anche: F2 | Qualifiche Baku – Sessione serrata: la spunta Bearman nel gioco delle scie


Seconda metà di gara

Dodicesimo giro, giro di boa di questa Sprint Race dell’Azerbaijan di F2. La classifica dei primi dieci vede: Hauger, Martins, Vesti, Bearman, Daruvala, Crawford, Pourchaire, Maini, Fittipaldi, Leclerc. Al quattordicesimo giro, si fa vedere Bearman: giro veloce per il pilota della Ferrari Driver Academy che, dopo essersi sbarazzato di Daruvala, sta mostrando un ritmo pazzesco. Nella stessa tornata, Nissany va contro le barriere di curva 15 e viene esposta bandiera gialla nei settori 2 e 3. Arriva la safety car all’inizio del quindicesimo giro.

Al diciannovesimo giro, Maloney entra ai box: la sua gara termina qui. Nel contempo, la safety rientra e saranno tre giri a tutto gas. Alla ripartenza è caos: Hauger va largo e va ad impattare lateralmente contro le barriere di curva 1; anche Martins non segue la traiettoria ideale e sbatte con il muso. Daruvala, nel mentre, per difendersi da Bearman allarga in curva, andando sullo sporco, e un leggero contatto tra i due lo spedisce dritto contro la vettura ferma di Martins.

Leclerc e Pourchaire finiscono anche loro contro le barriere, probabilmente distratti dagli incidenti davanti nel tentativo di evitarli. Doohan invece si gira da solo alla fine del rettilineo. Bandiera gialla esposta nel settore 1. Bearman supera intanto Vesti ed è il nuovo leader della Sprint.

Entra la terza safety car: le vetture passeranno in pit lane. La gara finisce così: Bearman, Vesti, Crawford, Maini, Fittipaldi, Correa, Novalak, Hadjar, Stanek, Cordeel, Benavides. Tutti gli altri ritirati.

Appuntamento a domani alle 09:25 per la Feature Race!

Seguici sui nostri social (Facebook, Instagram, Twitter)

Articoli Correlati

F1 | Ferrari ha completato la vettura 2024 e spunta la data delle prove al banco

Luigi Belfiore

MotoGP in mano a Liberty Media: devono essere apportati cambiamenti? La voce del paddock

Chiara Giosi

F1 | Il GP del Messico lancia una nuova campagna: cosa è #racepect – VIDEO

Francesca Anna T

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.