Luglio 14, 2024
Paddock News 24
AutomotivePN24

Ferrari Purosangue | I dettagli dal vivo che la rendono unica – VIDEO

Durante le Finali Mondiali Ferrari abbiamo avuto la possibilità di vedere i dettagli  della Purosangue, la prima vettura a ruote alte del cavallino.

L’appuntamento delle Finali Mondiali Ferrari rappresenta un’occasione unica per osservare quelle che sono le vetture della produzione. Oltre alle più classiche berlinette e spider, abbiamo potuto osservare da vicino i dettagli della Ferrari Purosangue, la prima “Rossa” a ruote alte.

Dettagli Purosangue Ferrari
Un modello ricco di dettagli unici – Crediti: Ferrari Media

I dettagli che rendono unica la Purosangue

Essendo la prima vettura a ruote alte della casa di Maranello, i tecnici si sono concentrati al massimo per renderla unica e diversa da tutte le altre vetture rivali. Il design, a prima vista, colpisce subito per la sua armonia delle forme dall’avantreno al retrotreno. Il lavoro del Centro Stile e degli aerodinamici è ben presente e caratterizza la carrozzeria filante e sinuosa. I fari, quasi nascosti rendono aggressivo il frontale per aggredire la strada. Poco sopra il cofano, che con la sua apertura “al contrario” omaggia le vetture del passato e offre la vista al maestoso V12 da 6.500 cm3. Il posizionamento, centrale-anteriore, conferma la ricerca fatta nella dinamica di guida degna di una Ferrari. Al posteriore tutto è esaltato dai quattro terminali che fanno cantare il propulsore tramite una linea di scarico riprogettata per garantire il giusto sound.

Interni regali

Se gli esterni segnano un cambio radicale con il passato, anche gli interni non sono da meno. Aprendo le portiere (controvento le posteriori) si accede ad un salotto in salsa Ferrari. Subito si nota la mancanza delle cornici dei doppi vetri per esaltare la qualità della vettura. Salendo a bordo possiamo subito notare l’intenzione di Ferrari di separare gli spazi, uno per il conducente e uno per il passeggero. L’ambiente è molto raccolto e riduce al minimo le distrazioni. Di fronte al guidatore il volante, preso dai modelli più recenti presenta i classici paddle per attuare il cambio a 8 marce doppia frizione. I sedili esaltano la ricerca nei dettagli e nel comfort offerto agli occupanti. Al centro della plancia è presente un piccolo rotore che all’occorrenza esce e permette di interagire con alcune funzioni della vettura quali ventilazione e volume infotainment.


Leggi anche: Ferrari 499P Modificata | La leggenda di Le Mans disponibile in serie limitata – FOTO


Anche il passeggero potrà partecipare alla guida tramite il display di fronte ai suoi occhi. Qui si possono osservare tutte le informazioni della vettura durante la guida e le classiche funzionalità dell’infotainment. I materiali scelti per i rivestimenti certificano la ricerca del lusso e del comfort. Alcantara e pelle dominano all’interno e coccolano gli occupanti della Ferrari Purosangue.

Dinamica di guida inaspettata

Il sistema sospensivo inedito per la Purosangue – Crediti: Ferrari

Le parole della presentazione parlano di una vettura estremamente efficace nelle curve. I risultati sono ottenuti da un sistema sospensivo rivoluzionario e da una trazione integrale intelligente. Rispetto alle vetture presenti sul mercato, la Purosangue vanta un unico e innovativo sistema sospensivo, che adotta la tecnologia TASV di Multimatic. Questa architettura sfrutta un motore elettrico e un ammortizzatore idraulico ad alta precisione in un unico sistema integrato. Il motore elettrico garantisce un controllo più preciso e attivo della carrozzeria a frequenze molto più alte delle soluzioni presenti sul mercato.


Rimani sempre aggiornato sul mondo Automotive e Mobilità entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

F1 | Si fa la storia a Silverstone: tre piloti britannici si contenderanno la vittoria alla partenza del GP di Gran Bretagna

Alessia Malacalza

Tesla Model 3: prezzi al ribasso a favore degli incentivi

Giulio Braga

Formula E | Cina pronta al rientro in calendario, grazie all’E-Prix di Shanghai

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.