Maggio 21, 2024
Paddock News 24
F1I Punti ChiaveMonacoGP

F1 | GP Monaco – I 5 Punti Chiave del venerdì a MonteCarlo

Ferrari costretta a vincere, i gabbiani puntano su Alonso e Verstappen chiede gli straordinari al team per battere gli avversari; questi alcuni dei Punti Chiave del venerdì monegasco.

Dopo la pausa forzata, torna la rubrica per analizzare i Punti Chiave del venerdì del GP di Monaco 2023.

Ferrari: Monaco unica speranza per vincere nel 2023?

2 – GP MONACO F1/2023 – VENERDì 26/05/2023 – credit: @Scuderia Ferrari Press Office

Tutti in Ferrari, piloti inclusi, sono arrivati a Monte Carlo con l’idea di poter far bene sul circuito cittadino dove i sorpassi non sono affatto facili. A Monaco infatti il 70% della gara si vince al sabato e, per una Ferrari con problemi di degrado gomme,  puntare tutto sul giro secco potrebbe regalare la prima (e forse unica a meno di aggiornamenti miracolosi) vittoria di questa stagione.

Entrambi i piloti, Carlos e Charles, sentono quindi una pressione incredibile. Pressione che, su un circuito dove non è permesso il minimo sbaglio, può trasformarsi in un disastro.

Oltre alla concreta possibilità di vittoria, Leclerc vuole far bene per cancellare la sua maledizione nella gara di casa.

Nelle Prove Libere del venerdì la Ferrari si è mostrata effettivamente competitiva sul giro secco. Sainz è subito sembrato in palla. Lo spagnolo ha fatto registrare il miglior tempo nelle FP1 e buona parte delle FP2. Un piccolo errore ad inizio simulazione passo gara ha però messo fine anzitempo alla sua sessione del pomeriggio.

Dopo qualche errore e bloccaggio nelle FP1, Charles Leclerc ha fatto registrare un ottimo tempo nella simulazione di qualifica nonostante le gomme Soft usate e ciò fa ben sperare per la giornata di domani.

In merito ai mancati aggiornamenti della SF-23, Frederic Vasseur ha bloccato le polemiche. “Monaco è un circuito molto particolare ed è fondamentale concentrarci sulla guidabilità e assetto della vettura”

La Mercedes versione B è impossibile da valutare

Analizzando le parole in Mercedes, forse si comprende ancor di più la scelta di Ferrari di rimandare gli aggiornamenti a Barcellona.

Il team Mercedes ha ridisegnato le sospensioni anteriori, il fondo e le pance stravolgendo il modo in cui i flussi arrivano nella zona posteriore delle monoposto.


Leggi anche:
Quali sono gli aggiornamenti che i team hanno portato a Monaco?


“A Monaco è difficile giudicare gli aggiornamenti, sicuramente non siamo peggiorati”, ha spiegato Toto Wolff dopo le libere.

“Almeno non abbiamo riscontrato delle anomalie rispetto ai dati analizzati nelle simulazioni. Il lavoro a Brackley è stato enorme.”

Hamilton si è detto soddisfatto degli aggiornamenti anche se la prestazione del venerdì non è stata affatto positiva.

“Sicuramente non è un circuito dove si possono testare appieno degli aggiornamenti, ma ho notato delle differenze. Nel briefing con gli ingegneri bisognerà analizzare l’area dove siamo carenti in modo da migliorare in qualifica.”

George Russell è stato invece più realista. Durante la notte infatti bisognerà lavorare sull’assetto in modo da sfruttare al meglio la gomma sul giro secco.

Anche i gabbiani di Monaco puntano su Alonso

Alonso scopre di esser stato colpito da un ricordino di gabbiano Foto F1 cacca uccello
Alonso scopre di esser stato colpito da un ricordino di gabbiano Foto F1

Se il buon giorno si vede dal mattino, Fernando Alonso nel media day è stato colpito dalle deiezioni dei gabbiani del Principato.

Nelle Prove Libere 1, lo spagnolo ha mostrato tutta la performance della sua Aston Martin e la voglia di far bene si è notata anche nella rabbia nel team radio contro un Perez lento in traiettoria.

“Tutto ha funzionato come ci aspettavamo”, ha spiegato Alonso. “Abbiamo trovato il ritmo fin da subito ed è facile guidare con questa macchina.”

“Qui il circuito è molto breve quindi siamo tutti più vicini, ma non vedo l’ora di arrivare in qualifica.”

 

 

 

Verstappen chiede del lavoro extra per stare davanti a Ferrari

Max Verstappen chiude al comando delle Prove Libere 2, ma non è soddisfatto della sua Red Bull.

Il campione del mondo in carica ha lamentato un importante “bottoming” durante le FP1, chiedendo un immediato cambio di setup per evitare incidenti.

Nelle prove del pomeriggio la situazione in casa Red Bull è migliorata, ma a Monaco la RB19 non sembra dominare come negli altri circuiti e l’olandese è perplesso.

“La macchina è migliorata nelle FP2, ma ci manca qualcosa rispetto alle Ferrari. Siamo tutti molto vicini e bisognerà lavorare per stare davanti a Ferrari e Aston Martin.”

McLaren sorpresa del venerdì a Monaco

Oscar Piastri a Monaco - Foto McLaren Punti chiave venerdì Monaco
Oscar Piastri a Monaco – Foto McLaren

La vettura del team di Woking, con una livrea celebrativa, è stata la rivelazione del venerdì. Lando Norris è stato costantemente in TOP10 e nelle FP2 si è classificato addirittura davanti alle Mercedes.

Non sono comunque mancati i problemi tecnici per la MCL60, problemi di consumo che non hanno influenzato il programma giornaliero del pilota inglese. Lando Norris si è lasciato andare in un “finalmente un venerdì decente” confermando di essere a proprio agio rispetto agli ultimi weekend di gara.

Per Oscar Piastri prima giornata a Monaco con una monoposto di F1 dedicata all’apprendimento della pista.

“La macchina sembra essere competitiva”, ha spiegato l’australiano. “Ovviamente bisogna continuare a migliorare e trovare più ritmo nella seconda giornata del weekend.”

Risultati Prove Libere 1 e 2 del GP di Monaco 2023

Infine ecco i risultati delle prime due sessioni di prove libere del venerdì a Monte Carlo.

 


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

F1 | Verstappen perentorio: ” GP Qatar? Vogliamo il titolo nella Sprint”

F1 | GP Belgio – Griglia di partenza: Verstappen penalizzato, Leclerc in pole a Spa

Elia Aliberti

F1 | Horner lancia una sfida particolare: “Sono pronto a giocarmi la casa”

Luigi Belfiore

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.