Luglio 14, 2024
Paddock News 24
CanadianGPF1MonacoGPPN24

F1 | Red Bull in difficoltà nel GP di Monaco ma la soluzione potrebbe essere “in casa”

Il team Red Bull deve trovare una soluzione alle difficoltà avute durante il GP di Monaco di F1, e spera di farlo grazie alle buone prestazione avute da Racing Bulls.

La Red Bull deve al più presto risolvere i problemi che riguardano i passaggi sui dossi e sui cordoli avuti nel weekend di Monaco di F1. Il team principal, Christian Horner, ha dichiarato essere un problema serio e spera che le prestazioni del team di famiglia, Racing Bulls, possano dare una mano.

f1 red bull monaco
Yuki Tsunoda durante il GP di Monaco di F1 terminato in ottava posizione. Crediti: @visacashapprb (X account)

La squadra campione del mondo è stata in difficoltà tutto il fine settimana del Gran Premio di Monte Carlo, con Max Verstappen e Sergio Perez che hanno faticato a tirare fuori il ritmo dalla loro RB20.

La vettura è sempre stata difficile da guidare e non si è mai trovata a suo agio sui dossi e sui cordoli del Principato, che sono fondamentali per trovare la prestazione sul giro. Verstappen si è qualificato e ha concluso la gara al sesto posto, mentre Perez è stato addirittura eliminato nel Q1 e, in gara, si è ritirato dopo neanche 3 curve.

Il team austriaco ha provato dei setup più morbidi che avrebbero dovuto migliorare il comportamento della vettura, ma si è rivelato essere molto peggio creando ancora più confusione all’interno della scuderia.

Ciò potrebbe indicare un design delle sospensioni che non ha una finestra operativa sufficiente per affrontare le basse velocità e tutte le difficoltà di un tracciato come quello monegasco. Difficoltà che ci saranno anche nel prossimo Gran Premio a Montréal in Canada.


Leggi anche: F1 | Le parole di Jos Verstappen dopo il GP di Monaco: “Il dominio Red Bull sembra essere terminato”


“Ora ci si concentrerà molto sul perché abbiamo avuto questi problemi di guida e dobbiamo capire perché la macchina fa fatica sui cordoli. Ha detto durante le interviste post gara.

Christian Horner ha dichiarato che la squadra ha bisogno di risposte rapide per capire cosa stia accadendo, e queste potrebbero arrivare dalla Racing Bulls, che utilizza le sospensioni Red Bull 2023 e non ha avuto problemi simili a Monaco. Infatti Yuki Tsunoda è riuscito ad arrivare in ottava posizione sia in gara e sia in qualifica.

“La vettura VCARB sta gareggiando con le nostre sospensioni dell’anno scorso e non sembra avere gli stessi problemi. Dobbiamo quindi capire se si tratta di qualcosa che abbiamo introdotto questa stagione”.

f1 red bull monaco
Max Verstappen durante il GP di Monaco F1 terminato in sesta posizione. Crediti: Getty Images / Red Bull Content Pool

Verstappen ha suggerito che le debolezze di guida sui circuiti sconnessi sono state una caratteristica della Red Bull per un po’ di tempo, ma si notano solo ora perché gli avversari hanno chiuso il gap.

Horner ha affermato: “Prima di tutto si tratta di capire qual è il problema. Una volta fatto questo, si potrà valutare quale sia la soluzione più adatta.

Ha aggiunto: Lo abbiamo visto anche a Singapore l’anno scorso. Quindi ne abbiamo avuto un altro esempio. Sappiamo che è un’area della vettura su cui dobbiamo lavorare. Questo fine settimana abbiamo preso delle lezioni da cui dobbiamo imparare e alcuni problemi che dobbiamo affrontare con la vettura”.

Quali sono le aspettative verso il GP del Canada?

In vista del GP del Canada ha dichiarato: “È una pista su cui abbiamo ottenuto buoni risultati in passato. Hanno riasfaltato di nuovo l’intero circuito, quindi vedremo. Ma Ferrari e McLaren sono veloci.

Ha concluso: “Certo, è stato un fine settimana difficile, ma siamo ancora in testa a entrambi i campionati. Ovviamente cercheremo di trarre insegnamento da questo fine settimana e di applicarlo al prossimo.

Dopo la gara vinta da Charles Leclerc, il vantaggio di Verstappen nella classifica piloti è sceso a 31 punti. Ma grazie al ritiro di Perez e al terzo posto di Sainz il distacco nei costruttori è solo di 24 punti. Ora Ferrari può andare in Canada per provare a chiudere il gap.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Crediti Copertina: Supersport.com

Articoli Correlati

DTM | Cambio radicale per BMW nel 2024, Roos: “Ormai è un problema del passato”

Alessandro P

F1 | Ecco come si chiamerà il team Sauber a partire dalla stagione 2024

Alessia Malacalza

F1 | Sprint race Brasile – McLaren: podio per Norris, più lontano Piastri

Simona Puleo

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.