Maggio 19, 2024
Paddock News 24
Moto2MotoGPPN24

Moto2 | GP Qatar – Sintesi Gara: vince Lopez, ma che degrado delle Pirelli! Fuori dai punti Aldeguer

Terminata una pazza gara di Moto2 del Qatar, vince Alonso Lopez. Completano il podio Baltus e Garcia. Solo sedicesimo Aldeguer.

Si conclude una gara incredibile di Moto2 in Qatar, vince Alonso Lopez, chiudono la top tre Baltus, al primo podio nel motomondiale, e Sergio Garcia. Gara viziata dalle nuove gomme Pirelli, che dopo pochi giri, hanno iniziato a degradare in modo incredibile. Chi ha scelto di spingere dall’inizio, si è ritrovato molto in basso a metà gara.

Ecco la classifica finale:

moto2 qatar gara sintesi
La classifica finale della Gara in Qatar di Moto2. Recupera la gara con la nostra sintesi.

Nelle qualifiche di ieri Aron Canet ha conquistato la pole con un giro incredibile, 1.56.788, segnando anche il record della pista. Completano la prima fila Alonso Lopez e Albert Arenas. Arbolino quinto, Aldeguer settimo. Vietti solo sedicesimo.

La sintesi della gara

Allo spegimento dei semafori parte malissimo Canet, che si ritrova ottavo dopo curva 1. Primo Alonso Lopez, seguono Manu Gonzalez e Arenas. Quarto Arbolino.

Entro la fine del primo giro Canet si ritrova quinto grazie ad un ottima rimonta. Arbolino passa Arenas e si porta terzo.

Al secondo giro Canet si riporta sul podio, superando Tony Arbolino. Attenzione alla rimonta di Guevara, che è ottavo. Entro la fine del giro Canet passa sia Lopez che Gonzalez, e ritorna in testa. Ogura passa Arbolino per la quinta posizione.

Dopo quattro giri è ancora dodicesimo Aldeguer. Nono Zonta van de Goorbergh. Quindicesimo Vietti. Grande lotta tra Gonzalez e Lopez per la seconda posizione. Arbolino non riesce a tenere il ritmo di quelli davanti e si ritrova settimo.


Leggi anche: MotoGP | GP Qatar – Cronaca LIVE Gara: Martin cerca la doppietta


Quando mancano quattordici giri alla fine Zonta van de Goorbergh si attacca ad Arbolino. Canet non riesce a tenere il passo avuto nei primi giri, e viene passato da Lopez, ora primo, e Gonzalez. Grande degrado delle gomme Pirelli, alla prima uscita in Moto2.

Ogura attacca Arenas che va lungo in curva 1, e si porta in quarta posizione. Bandiera gialla al settimo giro causata dalla caduta di Sasaki.

I tempi stanno crollando, ora il più veloce, Baltus, gira in 1.58.7. Lo stesos Baltus passa Ogura per la quarta posizione.

Decimo Arbolino, con Aldeguer tornato a vita in nona. Baltus su Canet per il podio. Sergio Garcia su Zonta per la sesta posizione, lo spagnolo ora è il più veloce in pista.

A metà gara la top tre è composta da Lopez, Gonzalez e Baltus. Arbolino crollato, gira in 2.01.2, superato anche da Vietti, ora quattordicesimo. Garcia sta volando, partito diciottesimo, ora è quinto, passato anche su Canet. Gonzalez passa Lopez per la prima piazza.

Undicesimo giro, Lopez e Baltus passano Gonzalez, ora terzo. Garcia su Ai Ogura per la P4.

Giro tredici e Garcia è arrivato al gruppo di testa. Passa su Gonzalez, per la terza posizione. Anche Ogura sullo spagnolo. Manu Gonzalez si ritrova quinto.

Mancano cinque giri alla fine, e Garcia è attaccato a Baltus, tre decimi di ritardo.

Tre giri alla fine, la top tre è rimasta intatta, Lopez, Baltus, e Garcia girano tutti in 1.59.7. Diciannovesimo Arbolino, ventesimo Foggia. Solo quindicesimo Aldeguer.

Diciassettesimo giro, Garcia si distacca un po’, mentre Baltus è ancora attaccato a Lopez. Il belga ci sta provando.

Termina la gara, vince Alonso Lopez! Secondo Baltus, al primo podio nel motomondiale. Terzo Sergio Garcia. Quarto Ogura. Nono Vietti. Fuori dai punti Aldeguer.

Ecco la classifica finale:


Rimani sempre aggiornato sulla MotoGP e sui motori entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Immagine di copertina: credit @AlessioPiana130

Articoli Correlati

MotoGP | Aprilia presenta il team e la nuova livrea per la stagione 2024

Sara Bonaduce

F1 | Vasseur guida la carica Ferrari dopo il GP di Singapore

Antonio Spina

F1 | La stagione (quasi) perfetta di Max Verstappen: l’uomo dei record senza rivali

Alessia Malacalza

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.