Maggio 23, 2024
Paddock News 24
MotoMotoGPPN24

MotoGP | GP Argentina – Sprint Race: Binder vince dopo una stoica resistenza su Bezzecchi e Marini

Brad Binder vince la seconda Sprint Race della MotoGP nel GP di Argentina. Il sudafricano ha comandato a lungo, seguito da una pattuglia italiana composta da Bezzecchi, Marini e Bagnaia. Quartararo al limite della top ten.

Sprint Race Argentina MotoGP
Credit: Twitter

Entra nel vivo con la Sprint Race la seconda prova stagionale per il Mondiale MotoGP nel GP di Argentina.

Bagnaia ha lasciato il Portogallo con l’en plein colto vincendo sia la gara sprint, sia la corsa canonica della domenica pomeriggio. Il Campione del mondo in carica comandava in classifica generale con ben 37 punti, seguito da Vinales a quota 25 punti, Bezzecchi a 16, Zarco e Miller a 15. Solo otto punti raccolti per Quartararo.

In questo weekend, dopo le diverse cadute del GP del Portogallo, mancano all’appello svariati piloti. Non sono in pista Oliveira, M. Marquez, Bastianini e Pol Espargaro che, a partire dal prossimo weekend di gara, sarà sostituito da Jonas Folger.

Le due sessioni di Prove Libere del venerdì che hanno decretato l’accesso diretto al Q2 per i dieci migliori piloti in pista hanno visto le Aprilia monopolizzare le prime due posizioni in entrambe le sessioni. Vinales ha conquistato la miglior prestazione nelle FP1 con un crono di 1.39.207, mentre il compagno di squadra A. Espargaro ha segnato il miglior tempo nelle FP2 in 1.38.518. Bagnaia ha colto il decimo tempo nella mattinata, mentre nel pomeriggio è salito in sesta.

I piloti apparsi più in difficoltà sono stati Quartararo, Mir e Miller. Tutti e tre i piloti hanno mancato il passaggio diretto al Q2.

Nelle Qualifiche di oggi, Alex Marquez e Quartararo sono stati i migliori della prima sessione e hanno avuto l’occasione di lottare per la Pole. Tale possibilità non è stata concessa, tra gli altri, a Binder, che partirà domani quindicesimo, Miller, sedicesimo, e Mir, diciottesimo.

La seconda sessione, svoltasi sotto una leggera pioggia e temperatura atmosferica di 16°C, ha avuto dei risultati quantomeno inaspettati. La Ducati ha conquistato l’intera prima fila la Pole a sorpresa di A. Marquez, seguito da un grande Bezzecchi e Bagnaia che limita i danni in maniera egregia. Si sono qualificati per la seconda fila un ritrovato Morbidelli, Vinales e Zarco. Terza fila per Marini, Martin e A. Espargaro; mentre sono partiti e partiranno domani dalla quarta fila Quartararo, Nakagami e Rins.

Sono stati chiamati a dare una risposta in questa Sprint Race dopo delle Qualifiche sottotono le due Aprilia e Fabio Quartararo.

Sintesi Sprint Race GP Argentina MotoGP


La Sprint Race del GP d’Argentina MotoGP si è svolta sotto un cielo nuvoloso, con temperatura di 19°C per l’atmosfera, e di 21°C per l’asfalto.

La partenza avviene senza incidenti e vede la grande partenza di Morbidelli che si mette davanti a tutti, prima di andare largo alla uno, permettendo il rientro di A. Marquez. Dietro ai primi due si mettono subito all’inseguimento le due VR46, Binder, Vinales e Bagnaia che, dopo il via, è rapidamente sceso in settima posizione. Nel giro termina a terra Joan Mir che lascia la gara orfana dell’unica Honda ufficiale.

Giro 2 – Alla uno Morbidelli entra su Alex Marquez e sale in testa alla gara. Lo spagnolo sprofonda alla tre, dove viene sorpassato anche da Binder, che sale in seconda, e da Luca Marini. Rialza la testa anche Bagnaia che si mette in quinta posizione.

Giro 3 – Binder segna il giro veloce in 1.39.782, con Miller in tredicesima posizione. Quartararo, continuava a navigare in decima posizione. Alla cinque Binder affianca Morbidelli che stacca profondo e regola facilmente il sudafricano con moto austriaca. Nel cambio di direzione della 9 e 10 Binder chiude il sorpasso su Morbidelli che, all’ultima curva, si trova a difendersi da Marini.

Giro 4 – Bezzecchim,  in sesta posizione, segna il giro veloce. Morbidelli si difende ancora in staccata alla cinque da Marini, con Bagnaia che passa momentaneamente Alex Marquez all’esterno, prima che il pilota Gresini riuscisse a rimettere le due ruote davanti alla rossa numero uno.

Giro 5 – Nei primi giri si è creato un gruppone di nove piloti in questo ordine: Binder, Morbidelli, Marini, A. Marquez, Bagnaia, Bezzecchi, Vinales, A. Espargaro e Martin. Quartararo, in decima posizione, faticava a tenersi sotto il mezzo secondo da Martin.

Giro 6 – Alla uno non succede niente di particolare, con le due Aprilia che lottavano apertamente tra di loro per la settima posizione. Ritmo gara che era per tutti uguale, intorno al 1.39 basso. Alla cinque Marquez e Bezzecchi vanno larghi e Bagnaia entra prima di doversi difendere alla nove-dieci dagli attacchi. Alla tredici, invece, Marquez perde anche la posizione su Bezzecchi.

Giro 7 – Bagnaia, alla solita forte staccata post rettilineo della cinque, prova a impensierire anche Marini su cui pendeva un Track Limits Warning.

Ottavo giro – I primi cinque alzano il ritmo e si portano a mezzo secondo su Bagnaia che viene sopravanzato da Bezzecchi al cambio di direzione della nove.

Giro 9 – Binder mette quattro decimi su Morbidelli. Bezzecchi, quarto, gira per primo sotto l’uno e trentanove segnando il giro veloce in 1.38.973. Bagnaia in leggera difficoltà viene insidiato da Marquez. Alla cinque e quattro si innesca un duello tra Morbidelli e Marini che premia il secondo. Poche curve dopo, anche Bezzecchi sopravanza il pilota Yamaha che sembra vedere aumentare le sue difficoltà. Alla cinque scivola a terra a tutta velocità Aleix Espargaro che navigava in ottava posizione. Per il pilota nessuna conseguenza.

Giro 10 – Bezzecchi si mette nella coda di Marini e, in approccio alla cinque, prende l’interno del compagno di squadra e conquista la seconda posizione. Binder, con questa bagarre, manteneva otto decimi di vantaggio.

Giro 11 – Bezzecchi si mette alla caccia di Binder, girando in 1.38.777, e portandosi a sei decimi dal sudafricano. Morbidelli ha subito mollato il colpo sulle due VR46 e navigava in solitaria, davanti a un Bagnaia costantemente braccato da Marquez e Vinales.

Ultimo giro – Binder inizia l’ultimo giro con quattro decimi di vantaggio da un Bezzecchi indiavolato. Bez esce veloce dalla quattro, ma manca l’aggancio a Binder alla staccata della cinque. Alla dieci Binder va largo ma mantiene la prima posizione riuscendo poi a uscire riuscendo a prendere la corda. Alla staccata della tredici Binder si difende egregiamente e taglia poi il traguardo in prima posizione.

Brad Binder vince la Sprint Race del GP di Argentina MotoGP. Il sudafricano di KTM torna al trionfo in MotoGP dopo Austria 2021. Chiudono il podio le due Ducati VR46 di Bezzecchi e Marini.

 

Meritato quarto posto per Morbidelli che taglia il traguardo in solitaria, davanti a Marquez e Bagnaia. Settimo posto per Vinales che precede di un secondo Martin, Quartararo e Miller.

 

 


Rimani sempre aggiornato sulla MotoGP e sui motori entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

Formula E | Silverstone sostituirebbe Londra? Verso l’ennesima novità in calendario

Lorenzo P

FRECA | Ufficializzato il sedile per Garcia in PREMA nel 2024

Francesca Brusa

F1 | Verstappen punta a eguagliare i sette titoli di Hamilton? Lui fa chiarezza

Vanessa Cravotta

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.